Contributo per mutui

Il contributo mutui in conto interessi viene erogato dall’ENPAP sulla base di bandi annuali ed è finalizzato a sostenere gli iscritti attivi che abbiano stipulato mutui ipotecari per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di unità immobiliari destinate a studio professionale o a prima casa (Capo X del Regolamento delle forme di assistenza).

CONDIZIONI NECESSARIE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO
TIPO DI CONTRIBUTO
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
MONITORAGGIO STATO AVANZAMENTO DOMANDA
GRADUATORIA
TRATTAMENTO FISCALE
CERTIFICAZIONE FISCALE
BANDO


CONDIZIONI NECESSARIE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO
Possono presentare domanda gli iscritti attivi:

  • in regola con gli adempimenti in materia di comunicazione reddituale e di versamenti;
  • con un’anzianità contributiva pari ad almeno tre anni.

Il contributo viene erogato nel caso di stipula di mutui ipotecari finalizzati all’acquisto, alla costruzione o alla ristrutturazione di unità immobiliari situate in Italia, comprese le pertinenze accessorie, destinate a studio professionale o a prima casa di abitazione.

Attenzione! Nel caso in cui ci si avvalga della dilazione di versamento della contribuzione ancora dovuta per l’anno 2019 (12 rate da gennaio a dicembre 2021 con regolare cadenza mensile), è possibile accedere alle prestazioni assistenziali erogate dall’Ente. In tal caso, il diritto alla prestazione e pertanto la relativa liquidazione, sono sottoposti a condizione sospensiva fino al regolare completamento del piano di dilazione e, quindi, all’estinzione integrale del debito. Resta ferma, in ogni caso, la piena regolarità delle ulteriori annualità di contribuzione.

TIPO DI CONTRIBUTO
Il contributo copre la quota di interessi pagati per il mutuo nell’anno precedente a quello del bando, attestati dalla banca erogatrice del mutuo con le seguenti limitazioni:

  • il contributo non potrà superare l’ammontare di contributo integrativo versato nell’anno precedente a quello di riferimento del bando;
  • è previsto un tetto di 1.000 euro per anno.

Il contributo è erogabile per un massimo di dieci anni nel corso dell’intero periodo di iscrizione all’Ente e in ogni caso non oltre l’effettiva durata residua del mutuo al momento della prima richiesta.


MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Per gli interessi versati nel corso del 2020, la domanda dovrà essere presentata entro il termine del  30 aprile 2021 esclusivamente in via telematica compilando il modulo online presente in Area Riservata nella sezione “Prestazioni Assistenziali>Interessi Mutui”.

Attenzione! Per una più agevole e completa presentazione della domanda si raccomanda di prendere visione del Bando e delle avvertenze alla compilazione

Documentazione da allegare obbligatoriamente alla domanda

  • Copia fronte-retro di un documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
  • Copia del contratto di mutuo ipotecario stipulato;
Attenzione! Nel caso in cui l’iscritto abbia già beneficiato del contributo per mezzo di una precedente istanza, il contratto di mutuo ipotecario, qualora invariatonon dovrà essere allegato alla nuova domanda.
  • Copia dell’attestazione fiscale, da parte dell’istituto di credito che ha concesso il mutuo, del regolare versamento degli interessi relativi all’anno precedente quello di presentazione della domanda.

Documentazione da allegare non obbligatoriamente alla domanda

  • modello ISEE (in corso di validità al momento di presentazione della domanda) del nucleo familiare del richiedente, riferito all’ultima annualità fiscalmente dichiarata.
Attenzione! In caso di mancata trasmissione del modello ISEE, l’istanza sarà considerata validamente presentata, ma non verrà attribuito, per la componente reddituale, alcun punteggio utile ai fini della graduatoria.

La documentazione a corredo della domanda dovrà essere allegata esclusivamente online attraverso l’Area Riservata nella sezione “Prestazioni Assistenziali>Interessi Mutui”. Pertanto, non saranno ritenute ammissibili le domande presentate con altre modalità.

Non verrà ritenuta valida ai fini istruttori la documentazione non espressamente richiesta dal presente bando, quale:

  • contratto chirografario o di surroga;
  • contratto di compravendita dell’immobile;
  • contratti di acquisto di immobili per destinazioni d’uso difformi da quelle previste dal bando;
  • altri allegati al contratto di mutuo (ad esempio, piani di ammortamento o quietanze di pagamento in sostituzione della certificazione fiscale degli interessi passivi pagati rilasciata dall’istituto di credito).

MONITORAGGIO STATO AVANZAMENTO DOMANDA
Lo stato di avanzamento della domanda presentata può essere costantemente monitorato in Area Riservata accedendo alla sezione “Prestazioni assistenziali>Domande assistenziali”.


GRADUATORIA
L’Ente valuterà l’idoneità della domanda presentata e della documentazione pervenuta. Procederà quindi a formulare, sulla base dei parametri e punteggi previsti dal Bando, una graduatoria. Le domande incomplete o fuori termine, non saranno esaminate.

Qualora lo stanziamento non fosse sufficiente per soddisfare tutte le richieste validamente pervenute, si procederà alla liquidazione dei contributi assistenziali in base all’ordine della graduatoria, formulata sulla base dei parametri indicati nel bando.


TRATTAMENTO FISCALE
L’importo percepito a titolo di contributo mutui è sostitutivo del reddito professionale ed è sottoposto a ritenuta d’acconto del 20%, salvo che si abbia aderito a un regime fiscale agevolato (vedi nota). Inoltre, siccome rappresenta reddito ai fini Irpef, deve essere dichiarato ai fini fiscali relativamente all’anno in cui è stato percepito e deve quindi essere inserito nel reddito netto da dichiarare all’ENPAP, versandoci anche il contributo soggettivo. Su tale importo non deve invece essere versato il contributo integrativo.

In caso di adesione a uno dei regimi fiscali agevolati, è possibile richiedere l’esenzione dalla ritenuta d’acconto sull’importo riconoscibile come contributo mutui selezionando l’apposita opzione nella domanda online.

Attenzione! Non potranno, invece, essere prese in considerazione le richieste di esonero formulate successivamente all’avvenuta erogazione del contributo.

CERTIFICAZIONE FISCALE
La certificazione fiscale (Certificazione Unica) del contributo percepito potrà essere scaricata entro i termini fiscalmente previsti per legge e, in ogni caso, a partire dall’anno successivo a quello di erogazione nella sezione DOCUMENTI della propria Area Riservata


BANDO

Contributo in conto interessi su mutui ipotecari versati nell’anno 2020

Bando

 

 

 

 

 

 

 

 

Regimi fiscali agevolati

 

 

 

Data ultimo aggiornamento 18/03/2021