Contributo per calamità naturali

In caso di calamità naturali, l’ENPAP offre un sostegno economico ai propri Iscritti che hanno subito danni allo studio in cui esercitano abitualmente l’attività professionale (Capo IV del Regolamento delle forme di assistenza).

 

CONDIZIONI NECESSARIE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO. Per la concessione del contributo è necessario che:

  • sia stato dichiarato lo stato di emergenza nel Comune in cui è presente l’immobile danneggiato;
  • siano presenti danni allo studio professionale o all’abitazione utilizzata in modo promiscuo, qualora l’utilizzo sia stato dichiarato a fini fiscali ovvero ai “beni strumentali” finalizzati allo svolgimento dell’attività (ad esempio, l’automobile o altro mezzo di trasporto ad uso professionale) vale a dire qualsiasi macchinario o accessorio acquistato dall’iscritto in funzione dell’esercizio della propria professione;
  • la tua posizione contributiva presso l’ENPAP sia regolare.


TIPO DI CONTRIBUTO.
Il contributo è concesso in forma di rimborso nel limite massimo del 60% delle spese sostenute effettivamente e documentate, e comunque con un massimo di 10.000,00 euro. Il contributo potrà essere erogato anche a integrazione di eventuali importi corrisposti allo stesso titolo da altri organismi di assistenza pubblica o privata.


DOMANDA.
La domanda deve essere trasmessa tramite PEC  all’indirizzo assistenza@pec.enpap.it entro i termini previsti. Oltre alla domanda è necessario allegare:

  • copia del provvedimento di stato emergenza;
  • copia completa della dichiarazione fiscale relativa ai redditi dell’anno precedente l’evento;
  • dichiarazione inizio attività e apertura partita Iva;
  • documentazione che attesti i danni occorsi e non coperti da polizza assicurativa o rimborsati da terzi;
  • attestazione di eventuale uso promiscuo dell’abitazione-studio;
  • dichiarazione di consenso al trattamento ai dati personali debitamente sottoscritta.


TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDA.
La domanda per l’attribuzione del contributo per l’anno 2016 dovrà essere presentata due anni dalla data dell’evento. Fermo restando tale termine, l’Ente ha proceduto a esaminare, ai fini del Bando per l’annualità 2016, le domande presentate entro il 28/02/2017.


TEMPI DI EROGAZIONE.
Il tempo di erogazione dell’indennità dipende dalla complessità della documentazione da esaminare, ma anche dal numero di domande pervenute e la posizione in graduatoria.

 Per maggiori informazioni consulta:

  • il BANDO CONTRIBUTO PER CATASTROFE O CALAMITÀ NATURALI anno 2015
  • il BANDO CONTRIBUTO PER CATASTROFE O CALAMITÀ NATURALI anno 2016