16 dicembre 2016

Figli e genitori inabili: una nuova tutela economica da ENPAP

L’assistenza continua ad un figlio o ad un genitore non autosufficiente comporta un impegno enorme. Al dolore e alla preoccupazione spesso si somma la fatica economica di far fronte alle spese sempre necessarie in questi casi.

Un problema che non risparmia certo la nostra comunità professionale: sono molti i colleghi che ci hanno segnalato le loro situazioni, raccontato la loro storia famigliare, chiesto aiuto.

ENPAP oggi finalmente riesce a tutelare anche queste situazioni, attraverso l’ampliamento di una forma di assistenza già esistente. La nuova tutela permette di sostenere le spese di assistenza domiciliare o la retta di ricovero presso strutture di riabilitazione per il coniuge (o la persona a cui si è uniti civilmente) o un familiare di primo grado, fiscalmente a carico, che si trovi in una condizione di inabilità temporanea o permanente.

Pensiamo sia un modo concreto per sostenere i nostri iscritti e le loro famiglie più in difficoltà e può servire per liberare una parte delle energie che il prendersi cura a tempo pieno di un familiare disabile assorbe, per poterle dedicare alla professione.

Per saperne di più puoi consultare la pagina SERVIZI PER TE>Assistenza Inabili dove puoi trovare il bando relativo all’annualità 2016 e le modalità per presentare la domanda.

Felice Damiano Torricelli

Presidente
Ho 50 anni, sono sposato, vivo in provincia di Roma e ho tre figli. Mi occupo di previdenza perché credo che ogni professionista debba guardare al suo futuro, non solo aggiornandosi ma programmando per tempo la sua carriera e la sua sicurezza. Faccio lo psicologo dal 1990, soprattutto nel settore della psichiatria. Sono direttore sanitario e responsabile clinico di strutture intermedie ed esercito come psicoterapeuta nel mio studio privato. Sono stato fra i fondatori di AltraPsicologia.