Maggiorazione trattamenti pensionistici di invalidità, inabilità e superstiti

Si tratta di un beneficio assistenziale, previsto dall’art. 31 del Regolamento per l’attuazione delle attività di previdenza, costituito da un contributo erogato dall’Ente che adegua la pensione erogata dall’ENPAP ed eventualmente anche da altri Enti pubblici o privati, fino alla misura dell’assegno sociale di cui all’art. 3, comma 6, della Legge n. 335/95.

Destinatari della maggiorazione, sono i pensionati dell’ENPAP titolari di trattamenti di invalidità, inabilità e superstiti (reversibilità e indirette).

 

Attenzione! I benefici assistenziali devono intendersi quale contribuzione a carattere straordinario. La maggiorazione viene erogata annualmente previa verifica delle condizioni previste per la relativa attribuzione, la stessa, dunque, non modifica permanentemente l´importo della pensione.

 

REQUISITI REDDITUALI PER OTTENERE LA MAGGIORAZIONE

Oltre a essere titolari, nell’anno di presentazione della domanda, di una prestazione pensionistica a titolo di invalidità, inabilità o superstiti (reversibilità e indirette), i richiedenti che intendono beneficiare di tale maggiorazione devono trovarsi nelle seguenti condizioni economiche:

  • non aver percepito, nel medesimo anno, un reddito complessivo ai fini IRPEF pari o superiore a tre volte l’importo dell’assegno sociale. Se si considerano anche i redditi percepiti dall’eventuale coniuge del richiedente (salvo il caso di separazione legale o stato di abbandono) tale reddito non deve essere pari o superiore a quattro volte l’importo dell’assegno sociale.

Ad esempio per l’anno 2017:

anno di riferimento

 limite di reddito ai fini IRPEF in assenza del coniuge
(3 volte l’importo dell’assegno sociale)

 limite di reddito ai fini IRPEF in presenza del coniuge
(4 volte l´importo dell´assegno sociale)
 2017  € 17.474,73  € 23.299,64

 

TERMINI E MODALITÀ PRESENTAZIONE DOMANDA

Le domande relative all’annualità 2017 potranno essere presentate entro il 31/12/2018 utilizzando la modulistica inviata direttamente dagli Uffici ai soggetti potenzialmente interessati nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno 2018. Per maggiori informazioni rivolgersi al Servizio Welfare.