Domande Frequenti | Bando straordinario per Stato di bisogno

Indice

Chi può accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Quali sono i requisiti amministrativi per accedere al Bando straordinario Stato di bisogno 2020?
Quali sono le condizioni per accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Entro quando e come posso presentare la domanda per il sussidio per il bando straordinari0?
Vorrei richiedere lo Stato di Bisogno per motivi indipendenti dal Covid-19 e quindi non relativi al bando straordinario 2020. Come posso presentare la domanda?
Ho già percepito l’indennità Covid-19 prevista dallo Stato. Posso accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Gli iscritti all’Ente con decorrenza nel 2019 e 2020, possono richiedere il sussidio previsto dal bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Sono iscritto ENPAP ma nel 2018 non ho conseguito reddito professionale. Posso richiedere il sussidio Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Sono un lavoratore dipendente che non ha potuto ottenere l’Indennità Covid-19 a causa delle incompatibilità previste. Posso accedere al sussidio bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Sono un lavoratore dipendente, attualmente in cassa integrazione, che non ha potuto ottenere l’Indennità Covid-19 a causa delle incompatibilità previste. Posso accedere al sussidio bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Con quali coperture è incompatibile il sussidio previsto dal bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Con quali coperture assistenziali ENPAP è incompatibile il sussidio previsto dal bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Come va dimostrato il calo di reddito professionale per poter ottenere il sussidio previsto dal Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Il modello ISEE Corrente a cosa serve?
Come faccio a ottenere l’ISEE Corrente?
Quale condizione deve essersi verificata per poter ottenere l’ISEE Corrente ai fini del sussidio Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Quali elementi del modello ISEE devono sussistere per comprovare la condizione di disagio per accedere al sussidio Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Qual è l’entità del sussidio previsto dal Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Qual è il trattamento fiscale del sussidio?
Come vengono valutate le domande di sussidio per il Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Come posso controllare lo stato della mia domanda?

 


Chi può accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Possono fare richiesta gli Iscritti e i Pensionati attivi ENPAP la cui attività professionale sia stata limitata, a partire dal 23 febbraio 2020 (data del primo atto del Governo indicante misure restrittive per la prevenzione della diffusione del Covid-19) dai provvedimenti restrittivi emanati a seguito dell’epidemia e che non siano percettori di altre misure di sostegno al reddito riconosciute dallo Stato in conseguenza della situazione emergenziale (ad esempio l’indennità Covid-19 prevista dall’art. 44 Legge n. 27/2020, conversione in legge del Decreto “Cura Italia”).

Torna all’indice


Quali sono i requisiti amministrativi per accedere al Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Per accedere al sussidio occorre:

  • essere in regola con gli adempimenti statutari in materia di iscrizione e contribuzione (non si considera a tal fine l’anno 2019 se non versato poiché al momento sospeso per l’emergenza Covid-19);
  • avere un reddito imponibile del nucleo familiare, conseguito nell’anno precedente la domanda, non superiore a 7 volte l’importo dell’assegno sociale in vigore nel medesimo anno (vale a dire non superiore a euro 41.677,09).
Torna all’indice

Quali sono le condizioni per accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Possono beneficiare del sussidio gli Iscritti e i Pensionati attivi ENPAP, che hanno prodotto un reddito professionale da psicologo nell’anno 2018 e che abbiano subito limitazioni dell’attività libero professionale a causa dei provvedimenti emanati in conseguenza delle misure restrittive adottate dal Governo a decorrere dal 23 febbraio 2020 (data del primo atto del Governo per la prevenzione della diffusione del Covid-19).

Torna all’indice

Entro quando e come posso presentare la domanda per il sussidio per il Bando straordinario?
La domanda va presentata entro il 23 agosto 2020 esclusivamente in via telematica accedendo alla propria Area Riservata, sezione PRESTAZIONI ASSISTENZIALI voce “Stato di Bisogno”.

Torna all’indice

Vorrei richiedere lo Stato di Bisogno per motivi indipendenti dal Covid-19 e quindi non relativi al Bando straordinario 2020. Come posso presentare la domanda?
In tal caso può presentare domanda in base ai requisiti e alle modalità previste dal Bando ordinario previsto per l’anno 2020. Per maggiori informazioni su come presentare la domanda e consultare il bando visita la pagina del sito SERVIZI PER TE>Assistenza per Stato di Bisogno.

Torna all’indice

Ho già percepito l’indennità Covid-19 prevista dallo Stato. Posso accedere al bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
No, il Bando esclude coloro che siano percettori dell’Indennità Covid-19 prevista dall’art. 44 del Decreto Legge n. 18/2020 convertito con modificazioni dalla Legge n. 27/2020 (c.d. Decreto “Cura Italia”).

Torna all’indice

Gli iscritti all’Ente con decorrenza nel 2019 e 2020, possono richiedere il sussidio previsto dal bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Il sussidio è determinato in base al calo di reddito professionale verificatosi tra l’anno 2018 e il corrispondente valore al momento della domanda documentato dall’ISEE Corrente. Pertanto non possono richiedere tale contributo gli iscritti ENPAP a partire dal 2019, poiché non titolari di reddito professionale nell’anno 2018.

Torna all’indice

Sono iscritto ENPAP ma nel 2018 non ho conseguito reddito professionale. Posso richiedere il sussidio bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
No, il sussidio è determinato in base al calo di reddito professionale verificatosi tra l’anno 2018 e il corrispondente valore del reddito al momento della domanda (documentato dall’ISEE Corrente). Pertanto non è possibile richiedere tale sussidio se non si è conseguito reddito professionale nell’anno 2018.

Torna all’indice

Sono un lavoratore dipendente che non ha potuto ottenere l’Indennità Covid-19 a causa delle incompatibilità previste. Posso accedere al sussidio bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Sì, puoi accedere al sussidio straordinario per Stato di Bisogno anche se svolgi un lavoro dipendente, purché si sia verificata una riduzione del reddito professionale rispetto all’anno 2018, da dimostrare mediante la produzione dell’ISEE Corrente.

Torna all’indice


Sono un lavoratore dipendente, attualmente in cassa integrazione, che non ha potuto ottenere l’Indennità Covid-19 a causa delle incompatibilità previste. Posso accedere al sussidio Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Sì, puoi accedere al sussidio straordinario per Stato di Bisogno anche se hai percepito coperture per cassa integrazione (ordinaria, straordinaria, FIS,) o anche NASPI per effetto di un rapporto di lavoro dipendente, purché ci sia stata la riduzione del reddito professionale rispetto all’anno 2018, da dimostrare mediante la produzione dell’ISEE Corrente.

Torna all’indice

Con quali coperture è incompatibile il sussidio previsto dal bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Il sussidio non è cumulabile e, pertanto, non può essere richiesto dai percettori delle prestazioni per:

  • reddito di ultima istanza (c.d. “Indennità Covid-19”) previsto dall’art. 44 del Decreto Legge n. 18/2020, convertito con modificazioni dalla Legge n. 27/2020;
  • reddito di cittadinanza di cui al Decreto Legge n. 4/2019, convertito, con modificazioni dalla Legge n. 26/2019;
  • reddito di emergenza di cui all’art. 82 del Decreto Legge n. 34/2020.
Torna all’indice

Con quali coperture assistenziali ENPAP è incompatibile il sussidio previsto dal Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Il sussidio per Stato di Bisogno è erogabile una sola volta nel corso dell’iscrizione all’Ente. Inoltre, l’ENPAP non può erogare altre coperture assistenziali (ad esempio indennità di malattia) per le stesse cause che hanno determinato la condizione di stato di bisogno.

Torna all’indice

Come va dimostrato il calo di reddito professionale per poter ottenere il sussidio previsto dal Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
La condizione di disagio economico per accedere al sussidio straordinario per Stato di Bisogno, deve essere obbligatoriamente comprovata mediante produzione ISEE Corrente che è indicativo di una riduzione del reddito del richiedente. Tale documentazione è vincolante per la presentazione della domanda e per l’accesso al sussidio.

Torna all’indice

Il Modello ISEE Corrente a cosa serve?
L’ISEE Corrente consente di aggiornare il valore ISEE Ordinario per coloro i quali hanno subito un peggioramento della propria condizione economica rispetto a quella di due anni prima, prendendo a riferimento i redditi relativi a un periodo di tempo più ravvicinato.

Per maggiori approfondimenti sull’ISEE e sulle modalità di compilazione, consulta la pagina dedicata all’ISEE del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e le istruzioni INPS per la compilazione della DSU (pagina 36).

Torna all’indice


Come faccio a ottenere l’ISEE Corrente?
Per ottenere la propria certificazione ISEE Corrente è necessario avere un ISEE Ordinario (se non già disponibile può essere compilato in questa occasione). Occorre quindi compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che può essere presentata con le seguenti modalità

  • INPS – la DSU può essere compilata on line, direttamente dall’interessato, utilizzando il servizio dell’INPS. In questo caso occorre essere muniti di PIN dispositivo SPID;
  • CAF– la DSU può essere compilata e trasmessa attraverso i CAF, che prestano assistenza gratuita ai cittadini sulla base di una convenzione stipulata con INPS.

Per maggiori approfondimenti sull’ISEE e modalità di compilazione consulta la pagina dedicata all’ISEE del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e le istruzioni INPS per la compilazione della DSU (pagina 36).

Torna all’indice


Quale condizione deve essersi verificata per poter ottenere l’ISEE Corrente ai fini del sussidio B
ando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Per accedere al sussidio, gli Iscritti e i Pensionati attivi ENPAP che hanno prodotto un reddito professionale da psicologo nell’anno 2018, devono comprovare – mediante la presentazione dell’ISEE Corrente – di aver subito un calo del reddito professionale dovuto alle limitazioni dell’attività libero professionale a causa dei provvedimenti emanati in conseguenza delle misure restrittive adottate dal Governo per far fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Per maggiori approfondimenti sull’ISEE e sulle modalità di compilazione, consulta la pagina dedicata all’ISEE del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e le istruzioni INPS per la compilazione della DSU (pagina 36).

Torna all’indice


Quali elementi del modello ISEE devono sussistere per comprovare la condizione di disagio per accedere al sussidio
bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Il modello ISEE Corrente deve certificare che si sia verificata una riduzione del reddito professionale del richiedente. Tale condizione deve essere verificata comparando il valore del reddito professionale dell’anno 2018 con il corrispondente valore del reddito conseguito nel periodo emergenziale e indicato nell’ISEE Corrente.

Torna all’indice


Qual è l’entità del sussidio previsto dal
bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
L’importo del sussidio è pari alla differenza tra il reddito professionale del richiedente dichiarato all’Ente con riferimento all’anno 2018 e il corrispondente valore del reddito, aggiornato in diminuzione, indicato nell’ISEE Corrente.

L’importo del sussidio è arrotondato ai 50,00 euro superiori e non può eccedere, per ciascun richiedente, l’importo lordo massimo di 2.000,00 euro.

Esempio 1)

Reddito professionale anno 2018 7.000 euro
Reddito professionale da ISEE Corrente 5.170 euro
Valore del sussidio 1.850 euro

(differenza arrotondata ai 50 euro superiori)

Esempio 2)

Reddito professionale anno 2018 12.280 euro
Reddito professionale da ISEE Corrente 8.400 euro
Valore del sussidio 2.000 euro

(importo massimo erogabile)

 

Torna all’indice


Qual è il trattamento fiscale del sussidio?
Il sussidio è sostitutivo del reddito professionale, quindi è tassato: è sottoposto a ritenuta d’acconto del 20 per cento. Inoltre, siccome rappresenta reddito ai fini Irpef, deve essere dichiarato ai fini fiscali relativamente all’anno in cui è stato percepito e deve essere inserito nel reddito netto da dichiarare all’ENPAP, versando anche il contributo soggettivo. Su tali importi non deve essere versato il contributo integrativo.

Torna all’indice

Come vengono valutate le domande di sussidio per il Bando straordinario Stato di Bisogno 2020?
Le domande di sussidio pervenute entro il termine di scadenza del bando (23 agosto 2020), purché complete e rispondenti ai requisiti di accesso previsti, sono istruite e raccolte, a cura degli Uffici dell’Ente, in elenco graduato in base all’indicatore della situazione economica equivalente di cui all’ISEE Corrente.

Il sussidio viene riconosciuto sulla base del predetto indicatore, dando priorità nell’attribuzione ai richiedenti che presentano il valore meno elevato, fino alla capienza degli importi stanziati.

Il Consiglio di amministrazione, con valutazione insindacabile, delibera l’ammissibilità o meno della richiesta.

Torna all’indice

Come posso controllare lo stato della mia domanda?
È possibile monitorare gli aggiornamenti della domanda presentata accedendo alla propria Area Riservata, sezione PRESTAZIONI ASSISTENZIALI voce “Stato di Bisogno”.

Torna all’indice