Bando straordinario per Stato di Bisogno

ENPAP concede un sussidio straordinario in favore dei propri Iscritti e Pensionati attivi, non percettori di altre misure di sostegno al reddito riconosciute dallo Stato in conseguenza della situazione emergenziale, i quali, a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, si siano trovati in una condizione di stato di disagio economico contingente e momentaneo.

Il sussidio per Stato di Bisogno è erogabile una sola volta nel corso dell’iscrizione all’Ente. Inoltre, l’ENPAP non può erogare altre coperture assistenziali (ad esempio indennità di malattia) per le stesse cause che hanno determinato la condizione di stato di bisogno.

L’importo del sussidio è pari alla differenza tra il reddito professionale del richiedente dichiarato all’Ente con riferimento all’anno 2018 e il corrispondente valore del reddito, aggiornato in diminuzione indicato nell’ISEE corrente, nel limite dell’importo lordo massimo di 2.000,00 euro.

Il beneficio assistenziale deve intendersi quale contribuzione a carattere straordinario e viene concesso per gli importi deliberati dal Consiglio di amministrazione e fino a esaurimento delle somme stanziate.

CONDIZIONI NECESSARIE PER L’ACCESSO AL BANDO STRAORDINARIO
ENTRO QUANDO E COME PRESENTARE LA DOMANDA
TRATTAMENTO FISCALE
CERTIFICAZIONE FISCALE
BANDO

Prima di presentare domanda consulta il Bando e prendi visione delle domande frequenti.

CONDIZIONI NECESSARIE PER L’ACCESSO AL BANDO STRAORDINARIO

Possono fare richiesta gli Iscritti e i Pensionati attivi ENPAP la cui attività professionale sia stata limitata, a partire dal 23 febbraio 2020 (data del primo atto del Governo indicante misure restrittive per la prevenzione della diffusione del Covid-19) dai provvedimenti restrittivi emanati a seguito dell’epidemia e che non abbiano beneficiato delle indennità di 600 euro (art. 44 Legge n. 27/2020, conversione in legge del Decreto “Cura Italia”) o di altri interventi previsti dallo Stato.

Per accedere al sussidio occorre:

  • essere in regola con gli adempimenti statutari in materia di iscrizione e contribuzione (non si considera a tal fine l’anno 2019 se non versato poiché al momento sospeso per l’emergenza Covid-19);
  • avere un reddito imponibile del nucleo familiare, conseguito nell’anno precedente la domanda, non superiore a 7 volte l’importo dell’assegno sociale in vigore nel medesimo anno (vale a dire non superiore a euro 41.677,09).

ENTRO QUANDO E COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata entro il 23 agosto 2020 esclusivamente in via telematica accedendo alla propria Area Riservata, sezione PRESTAZIONI ASSISTENZIALI e selezionando la voce “Stato di Bisogno“.

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • fotocopia fronte e retro di un valido documento d’identità del richiedente;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il calcolo dell’ISEE Ordinario del nucleo familiare del richiedente riferito ai redditi dell’ultimo anno fiscale;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per il calcolo dell’ISEE Corrente del richiedente riferito ai redditi degli ultimi dodici mesi;
  • Attestazione dell’ISEE Corrente del richiedente (ai fini istruttori, non potrà essere considerata valida l’attestazione presentata da soggetto diverso dal richiedente).
Attenzione! L’Ente valuterà la sussistenza dei requisiti previsti nonché l’idoneità della documentazione pervenuta con riserva, ove necessario, di acquisire successivamente ulteriori elementi per valutare l’istanza ai fini istruttori.

TRATTAMENTO FISCALE

Il sussidio è sostitutivo del reddito professionale e l’importo erogato è sottoposto a ritenuta d’acconto del 20%, salvo che tu abbia aderito a un regime fiscale agevolato (vedi nota). Inoltre, siccome rappresenta reddito ai fini Irpef, deve essere dichiarato ai fini fiscali nell’anno in cui è stato percepito e dovrai includere tale importo nel reddito netto da dichiarare all’ENPAP, versandoci anche il contributo soggettivo.

Se hai aderito a uno dei regimi fiscali agevolati puoi richiedere l’esenzione dalla ritenuta d’acconto sull’importo liquidato a titolo di sussidio. Dovrai richiederlo con apposita autocertificazione, da rendere in fase di compilazione della domanda telematica, dalla quale risulti l’appartenenza al regime agevolato.

Attenzione! Non potranno essere prese in considerazione le richieste di esonero formulate successivamente all’avvenuta erogazione del sussidio.

CERTIFICAZIONE FISCALE

Potrai scaricare la certificazione fiscale (Certificazione Unica) del sussidio percepito nella sezione DOCUMENTI della tua Area Riservata entro i termini fiscalmente previsti per legge e, in ogni caso, a partire dall’anno successivo a quello di erogazione.


BANDO

Assistenza Stato di Bisogno Bando Straordinario 2020

 

 

 

 


Regimi fiscali agevolati