Indennità di malattia o infortunio

Una forma di parziale indennizzo delle giornate di lavoro perse per malattia o infortunio attuata attraverso bandi trimestrali (Capo III del Regolamento delle forme di assistenza).

NATURA DELL’INDENNITÀ. L’indennità per malattia o infortunio è un servizio di natura solidaristica, che viene finanziata attraverso i contributi di tutta la comunità professionale e rappresenta una delle maggiori voci di spesa fra le forme di assistenza dell’ENPAP. Non ha dunque lo scopo di indennizzare l’intero danno subito, ma di offrire un sostegno a chi è in difficoltà. In quest’ottica, chi non è regolare negli adempimenti verso l’ENPAP non può accedere a questa forma di assistenza.

Vengono assicurate coperture maggiori:

  • agli iscritti che svolgono solo attività in libera professione e non hanno altra forma di indennizzo;
  • ai periodi di malattia più lunghi, che sono quelli che incidono maggiormente sull’equilibrio dell’attività professionale.

CARATTERISTICHE DELL’INDENNITÀ.

  • Copre periodi di malattia fino a 60 giorni, anche non continuativi, nel corso di un anno solare;
  • copre le situazioni di inattività professionale per cicli terapeutici (ad esempio, per chemioterapia o per dialisi) le cui singole sedute risultano singolarmente inferiori a sette giorni consecutivi ma che, considerate nel loro complesso, costituiscono un evento di durata superiore ai sette giorni continuativi;
  • ha una franchigia di 6 giorni (non vengono mai indennizzati i periodi di malattia inferiori ai 7 giorni e i primi 6 giorni di ogni periodo di malattia);
  • prevede l’erogazione del 100% del reddito giornaliero, con alcune riduzioni e minimali;
  • non è cumulabile con l’indennità di maternità per la copertura degli stessi periodi temporali;
  • le domande vengono gestite all’interno di bandi trimestrali. Tutte le domande pervenute con riferimento a un trimestre vengono analizzate ed evase insieme, e se vengono presentate più domande rispetto alla capienza del fondo destinato, viene compilata una graduatoria.

ENTITÀ DEGLI IMPORTI RICONOSCIUTI.

  • L’entità dell’indennità lorda giornaliera è pari a 1/365° del reddito netto professionale denunciato e comunicato all’Ente nel secondo anno precedente la presentazione della domanda (ai sensi dell’art. 11 del Regolamento per l’attuazione delle attività di previdenza);
  • l’importo giornaliero così ottenuto è arrotondato ai 5,00 euro superiori e comunque non inferiore a 50,00 euro e non superiore a 100,00 euro, per gli eventi con durata complessiva oltre i 20 giorni;
  • per gli eventi con una durata complessiva fino a 20 giorni, fermo restando gli importi minimi e massimi, il valore giornaliero riconosciuto è ragguagliato all’80% del valore lordo come sopra determinato;
  • in ogni caso non sono coperti i periodi di malattia inferiori a 7 giorni e i primi 6 giorni di ogni periodo di malattia e il numero di giornate indennizzate in uno stesso anno solare non può superare il limite massimo di 60 giorni.
  • laddove il richiedente sia coperto per lo stesso evento da altra forma di indennizzo di malattia o infortunio derivante da altra tutela prevista obbligatoriamente, l’indennizzo sarà ridotto del 20%.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE.

Online:

  • domanda attraverso la tua Area Riservata, da compilare tassativamente entro il quinto giorno dalla conclusione dell’evento (periodo di malattia o infortunio).

A mezzo raccomandata da inviare entro il trentesimo giorno dalla conclusione dell’evento:

  • certificato medico in originale rilasciato in data successiva alla conclusione del periodo di malattia o infortunio che attesti:
    • la natura della malattia o dell’infortunio
    • la durata dell’evento
  • modello ISEE del nucleo familiare del richiedente riferito all’ultima annualità fiscalmente dichiarata.

Nel caso in cui un periodo di malattia o infortunio si concluda con il decesso dell’iscritto, i familiari superstiti possono richiedere assistenza personalizzata al Servizio Assistenza per conoscere le specifiche modalità di definizione della situazione.

TRATTAMENTO FISCALE. L’indennità di malattia o infortunio, avendo natura di provento erogato in sostituzione del reddito professionale, è assoggettata a tassazione secondo le disposizioni previste per il reddito sostitutivo (art. 6, comma 2, del TUIR) e, pertanto, costituisce reddito sia dal punto di vista fiscale che previdenziale. La certificazione del compenso erogato ti verrà inviata dall’Ente entro il termine del 28 febbraio dell’anno successivo a quello di erogazione.

Se usufruisci dei regimi fiscali agevolati previsti dall’art. 13 della Legge n. 388/2000 e dall’art. 27 del Decreto Legge n. 98/2011 (convertito dalla Legge n. 111/2011), puoi richiedere l’esenzione dalla ritenuta d’acconto sull’importo liquidato a titolo di indennità di malattia o infortunio. Per richiedere questa agevolazione dovrai presentare apposita autocertificazione da allegare alla documentazione, dalla quale risulti l’appartenenza al regime agevolato e i riferimenti legislativi. In caso di presentazione della domanda in prossimità della fine dell’anno, per poter usufruire dell’esenzione, è necessario che tu sia in possesso dei requisiti per beneficiare del regime fiscale agevolato nell’annualità successiva e nella quale, presumibilmente, il trattamento ti sarà liquidato.

Attenzione! Non potranno essere prese in considerazione le richieste di esonero formulate successivamente all’avvenuta erogazione del contributo.

 Per maggiori informazioni consulta i Bandi Indennità di Malattia o Infortunio

BANDO TERZO TRIMESTRE 2017

BANDO QUARTO TRIMESTRE 2017